I viaggi in Sicilia

Esperienze di viaggio, reportage e annotazioni sui principali viaggi in Sicilia effettuati dai soci del Club Plein Air BdS.

 

A passeggio per la greca Cerami

Fondato come colonia greca, il paese dell’Ennese conserva testimonianze normanne e un paesaggio incontaminato.

Acireale, non solo Carnevale

Ai dintorni di questa cittadina, famosa per il più rinomato Carnevale di Sicilia, è collegato uno dei miti più famosi dell’antichità, quello del pastore Aci e della ninfa Galatea, cantato da Virgilio e Ovidio e raffigurato dagli artisti innumerevoli volte dagli affreschi di Pompei alla famosa Galatea di Raffaello alla Farnesina a Roma .

Agrigento e la Valle dei Templi

Agrigento è una delle poche città al mondo in cui si respira ancora la magica atmosfera del sogno e del mito.

Bivona: non solo pesche

Una cittadina e la sua storia, il territorio e i famosi prodotti della sua terra.

Burgio: campane e quartare 

Il paese dell’agrigentino vanta un pregiato artigianato e un’antica fonderia, unica attiva nel Sud Italia; un patrimonio artistico d’origine araba e una ricca tradizione gastronomica.

Buscemi, il paese museo

In tutto il paese gli ambienti d’epoca sono stati ricostruiti con perfetta aderenza alla realtà del tempo.

Castelmola, la città degli artisti

Dalla rocca che sovrasta Taormina si ammirano scorci panoramici di assoluta bellezza, dalle valli interne dell’Etna al litorale di Giardini Naxos fino al golfo di Catania.

Castelvetrano pane e olio

Un’ottima occasione per visitare un paese interessante e scoprire uno dei prodotti di punta della nostra agricoltura esplorando al contempo campagne e borghi pittoreschi.

Catania: all’ombra dell’Etna

L’Etna ha sempre affascinato non soltanto la sua gente, ma soprattutto il forestiero che non perde occasione per ammirarla da lontano oppure per un’escursione ad alta quota. Ma anche il capoluogo etneo, con i suoi monumenti, la sua atmosfera e la sua cucina, emana un fascino del tutto particolare, che però non tutti conoscono.

Cefalù la regale

L’antico borgo è il cuore pulsante della città: da visitare le caratteristiche vie del centro storico con le botteghe di prodotti artigianali; da non perdere la splendida vista della rocca.

Centuripe e i falsi d’autore

Ricercatissime da collezionisti, musei, enti, ma anche semplici appassionati, le ceramiche prodotte nel borgo ennese sono realizzate secondo le stesse tecniche usate in epoca greco-romana e riproducono in maniera perfetta antichi vasi e altri oggetti.

Centuripe, tra monti e canyon

Un itinerario nel cuore della Sicilia in cui convivono storia, arte e cultura. Caratteristico l’artigianato “archeologico” che riproduce una serie di manufatti dell’antica Grecia.

E San Pietro fu rapito 

Lentini tra chiese, feste e affreschi incustoditi: un paese e una zona ricchi di testimonianze d’epoche passate spesso in grave stato di degrado.

Enna, la vecchia Castrogiovanni

Chiese, monumenti, resti archeologici raccontano la nobile storia millenaria della città che rappresenta il cuore della Sicilia.

Favara, la fonte di Sicilia

Nell’agrigentino, in visita a una città moderna che ha alle spalle tanti secoli di storia e un’eccellente tradizione di sapori.

Fornazzo, la tranquillità ritrovata

Il paesaggio che si staglia sullo sfondo del grande vulcano è denso di suggestioni, addormentato nel sonno incantato d’una quiete irreale.

Gli archi di San Biagio Platani

In un piccolo centro dell’entroterra agrigentino la festa di Pasqua si allunga per quasi tutta la primavera con una singolare tradizione.

Grammichele, la città ideale

La città ideale esiste anche in Sicilia: è Grammichele, costruita con uno schema perfettamente regolare costituito da un esagono avente al centro una piazza, anch’essa esagonale, con gli angoli chiusi da edifici ad angolo ottuso .

I teatri greci di Sicilia

Da Solunto a Siracusa, rimangono ancora oggi fantastici scenari di grandi eventi culturali.

Il borgo di Marzamemi

Viaggio nella frazione marinara una volta patria delle tonnare.

Il castello di Donnafugata

Il castello, reso famoso anche per essere stata location di alcune scene di un episodio televisivo del Commissario Montalbano, è situato in un punto piuttosto elevato del ragusano, da cui si osserva il mare di Punta Secca, Scoglitti, Gela, Licata e anche le alture agrigentine.

Il parco delle pietre luccicanti

Appena qualche chilometro dopo Barcellona Pozzo di Gotto, una città immaginaria con piazze, viali, caseggiati, immersa nel contesto stupendo dei Peloritani: Jalari.

Il regno di Hyblon

Arrivano gli arabi e la necropoli si trasforma nella ”città dei vivi”.

Il rifugio dei pipistrelli a Pantalica

Famosa già nella seconda metà del 700, Pantalica è uno dei luoghi più belli e suggestivi della Sicilia.

La città delle caverne

Cava Ispica è la più suggestiva e interessante tra le numerose cave della Sicilia orientale.

La fortezza sul mare

In visita ad Augusta, centro normanno ma anche importante zona archeologica situata nello splendido golfo del mar Jonio.

La montagna dei cinghiali

Fondato dagli arabi intorno all’anno mille, San Michele di Ganzaria si sviluppa in mezzo a boschi di eucalipti e a vegetazione di palme nane. All’ingresso i resti del castello ducale, residenza dei Gravina.

La perla nera

Alla scoperta della bellezza selvaggia e incontaminata di Pantelleria.

La Scala dei Turchi

Una scogliera di pietre bianche abbaglianti, una spiaggia d’incanto, un panorama incredibile e un mare cristallino alla Scala dei Turchi, antico approdo delle navi saracene. Le sorprese dell’agrigentino.

La terra calpestata

Randazzo, Bronte, Adrano: tre tesori nascosti della Sicilia orientale.

 

La Villa del Tellaro

Storia e curiosità di un ritrovamento che ha cambiato le conoscenze della storia dell’arte antica in Sicilia.

Le Dolomiti di Sicilia

Un’escursione al parco delle Madonie tra scenari montani, animali selvatici, alberi in via d’estinzione e incantevoli sentieri da trekking.

Leonforte ieri e oggi

A pranzo sui campi di Persefone.

Lercara Friddi

Tra i ricordi del passato e quelli della più moderna zolfara.

L’infiorata di Noto

Nel terzo week-end di maggio il “Giardino di Pietra” si trasforma nel “Giardino in Fiore”. Quest’anno i bozzetti sono stati ispirati al tema del Liberty.

L’intramontabile Taormina

Un gruppo di superstiti della vicina Naxos, distrutta da Dioniso I tiranno di Siracusa, fondarono nel 358 a.C. la città di Tauromenion.

Marettimo, l’isola incantata

Una visita alla più affascinante delle Egadi, dove il mito e la storia sono raccontati dalla voce del vento, dall’azzurro del mare e dai colori della vegetazione.

Messina, la porta della Sicilia

Nella città dello Stretto si giunge dal “continente” per visitare la Sicilia. Da qui partono le arterie verso il resto dell’Isola. Molti attraversano la città, ma ben pochi la visitano.

Milazzo, un lembo di terra conteso

Nella storia mille guerre per un paese magicamente proteso verso le Eolie: siracusani, cartaginesi, romani, bizantini, arabi, svevi, spagnoli, austriaci, garibaldini, piemontesi e americani nella storia hanno guerreggiato per conquistare quell’angolo di paradiso nel mar Tirreno. Ora Milazzo è diventato un paese turistico, “trampolino” dell’arcipelago eoliano.

Nel cuore degli Iblei tra natura e storia

L’itinerario che vi proponiamo si snoda nel territorio alle spalle di Siracusa, in quei centri dalla cultura millenaria che videro le antiche popolazioni sicule, terre di conquista e civiltà greca, romana, bizantina, luoghi di tradizione contadina, di povertà e voglia di riscatto, in un ambiente naturale di straordinaria bellezza.

Pedara, lontano dal caos

A pochi chilometri da Catania un luogo ideale per rilassarsi e “staccare” dal caos della città. Origine greche, chiese e palazzi in pietra lavica e un territorio ricco di boschi e palmenti.

Pollina e il suo territorio

In visita alle due Pollina, quella medievale distesa sulle Madonie, e quella moderna (Finale), centro turistico sulla costa tirrenica.

Quel ramo del lago Gurrida…

Una gita particolare lungo le sponde dell’unico bacino europeo nato da uno sbancamento lavico, tra i vigneti d’Alicante, per ammirare l’Etna o fare bird-watching.

Quell’immenso feudo di Bronte

Horatio Nelson divenne duca in Sicilia grazie a Ferdinando di Borbone, ma non vide mai il suo podere: morì, infatti, il 21 ottobre 1805 nella battaglia di Trafalgar.

Randazzo, la città degli Aragonesi

Un crocevia di popoli nella Sicilia del medioevo.

Siracusa

Siracusa non è un nome greco, ma siculo, che significa “abbondanza d’acqua”: Syrakò era il nome del torrente che sfociava a Ortigia, mentre l’Anapo, il Ciane e la Fonte Aretusa erano gli altri corsi d’acqua della città.

Taormina: più bella d’inverno

A passeggio per la più famosa località della Sicilia con gli occhi di quei viaggiatori che la conobbero e la fecero conoscere quando ancora non c’era il grande impatto turistico di oggi.

Tra mare e natura

Luogo incontaminato, la Riserva dello Zingaro è una continua sorpresa, tra vegetazione unica e incantevoli spiagge. Itinerario alla scoperta di un paradiso naturale.

Un enorme giardino di aranci

Una passeggiata a Palagonia, Ramacca e Francofonte, i comuni più noti per la produzione di agrumi.

in giro in Circumetnea

Da Catania ad Adrano, alla ricerca dei colori della Sicilia.

Viaggio nel pleistocene

Risale proprio a quel periodo geologico l’avvio della grandiosa opera di erosione compiuta dal fiume Cassibile nel siracusano per creare l’omonima Cava, dove un microclima particolare consente il protrarsi della bella stagione fino in inverno.

 

Tutti i viaggi dei soci del Club sono stati effettuati nell’ormai pluriennale vita del sodalizio. Potreste quindi trovare dati non corrispondenti all’attualità: di questo ci scusiamo.