L’infiorata di Noto

Nel terzo week-end di maggio il “Giardino di Pietra” si trasforma nel “Giardino in Fiore”. Quest’anno i bozzetti sono stati ispirati al tema del Liberty.

 

La preparazione dell’Infiorata

Sono passati ventotto anni da quando, nel maggio 1980, i Maestri Infioratori di Genzano vennero nello splendido “Giardino di Pietra”, Noto, per realizzare, in collaborazione con gli artisti locali, la prima Infiorata di via Nicolaci e della Sicilia. Oggi l’Infiorata è diventata una manifestazione consolidata a tal punto da diventare il fiore all’occhiello di Noto sia dal punto di vista del richiamo turistico sia per quanto riguarda la crescita artistica e culturale della città stessa.

Ogni anno, quindi, la terza domenica di maggio, il “Giardino di Pietra” diventa “Giardino in Fiore” ad opera dei Maestri Infioratori di Noto che nella notte del venerdì, con lavoro certosino, ponendo petalo dopo petalo, danno vita ad un festoso e colorato tappeto di fiori, sotto lo sguardo superbo ma compiaciuto delle sirene, delle chimere, dei grifoni, degli ippogrifi, dei centauri e delle sfingi che sorreggono gli incantevoli balconi di via Nicolaci, simboli incontrastati del barocco netino, mentre una marea di visitatori, curiosi ed increduli, scorre incessantemente ai lati della strada formando una esuberante cornice umana.

I materiali sono tutti rigorosamente vegetali. E’ consuetudine, infatti, nei giorni che precedono l’infiorata, andare per i campi circostanti la città in cerca di bacche, semi, strane inflorescenze e altro materiale “particolare” che possa servire per migliorare il bozzetto. La vasta gamma del marrone, per esempio, viene data dalla carruba macinata, dalla crusca, dalla torba, nonché da foglie secche e da alcune piante dalle sfumature brune. Si utilizzano anche legumi, cereali, farine, caffè, ecc., materiali tutti che danno vari effetti cromatici.

Così, dall’accostamento di tutti questi colori e dalla mescolanza dei vari materiali, la via Nicolaci si trasforma nella più ricca e bella tavolozza che ogni pittore al mondo vorrebbe possedere.

Via Nicolaci alla fine dei …lavori

Larisa ed Emanuele Amenta
(2007)